mercoledì, 22 settembre 2021 ore 1:59 - Buona Notte.
huges.it
Stampa Utente sconosciuto (Accedi). Non sei ancora registrato? (Registrati).
Tutto il calcio italiano su huges.it

Calcio

Tutto il calcio italiano su huges.it

sport - calcio

L'Italia si qualifica per i mondiali di Germania 2006

Il portofilo di Italia - Slovenia

Fotografia della serata al Renzo Barbera

9/10/2005 - rinox

Serata fresca quella di ieri sera al Renzo Barbera di Palermo, ma gli animi delle curve erano già bollenti. I propositi positivi di non fischiare l'ex bandiera del Palermo Calcio non è stata mantenuta.
Già alla presentazione della formazione dell'Italia in campo, dopo gli applausi e ovazioni per Totti e compagni, si sono affiancati una valanga di fischi da parte dello zuccolo duro dei tifosi del Palermo non appena il nome di Toni venne fatto dallo speacker.
La contastazione verso il nuovo idolo di Firenze si è mantenuta accesa fino alla fine dell'incontro contro la Slovenia. Ogni tocco di palla, ogni azione dell'ex, Toni, veniva puntualmente accompagnata da fischi e insulti da parte della Curva Nord. Dopo 45 minuti di fischi i tifosi seduti nelle tribune e nella curva restante, si sono fatti sentire non approvando per niente la contestazione a Toni, applaudendolo e facendo sentire al giocatore che non era stato dimenticato e c'è ancora tanta gente che a Palermo lo apprezza ancora per quello che ha fatto.

In campo l'Italia si è dimostrata sempre molto ordinata. Il portiere della Slovenia è stato chiamato in causa diverse volte, anche se i giocatori dell'Italia arrivavano alla conclusione spesso, non sempre lo specchio della porta veniva inquadrato.
Nel primo tempo un gol annullato a Gilardino su assist di Toni è stato molto contestato da parte di tutto lo stadio. Purtroppo la mancanza di un replay non poteva assicurarci se la decisione dell'arbitro fosse giusta o meno.

La Slovenia, per niente ordinata in campo, ma molto fortunata nei rimpalli, non si avvicina mai all'area dell'Italia. Solo una conclusione,nel secondo tempo, dove va anche in gol ma su fuorigioco.

Poi nel secondo tempo si continua ad assistere alla pochezza offensiva degli attaccanti dell'Italia. I tifosi si spazientiscono per l'imbarazzante Gilardino, il quale non raggiunge neppure la sufficienza come voto. Toni si muove bene ma sbaglia troppo. Totti gioca molto bene, l'unico vero trascinatore della nazionale. Gattuso come sempre mette una grinta in campo che è impossibile non notare. Camoranesi sulla fascia destra fa bene il suo lavoro, ma spesso certe giocate troppo di finezza lo fanno perdere in un bicchiere d'acqua. Grandissime le prove di Grosso e Zambrotta come terzini a sinistra e a destra. Poi nel secondo tempo con l'ingresso di Zaccardo in campo al posto di un Gilardino in serata no da troppo tempo, fa spostare Zambrotta a sinistra e avanzare sempre sulla stessa fascia Grosso. Le cose migliori dell'Italia sono venute proprio da questo lato del campo. Infatti il cross del gol di Zaccardo venne proprio dai piedi di Grosso sulla sinistra.
Un gol meritato quello di Zaccardo che di fronte al suo pubblico si toglie una bella soddisfazione.

Certo da questa Italia ci si aspettava molto di più. Ad un certo punto si notava che le squadre non affondavano per niente, e lo zero a zero era un risultato che sembrava aggradare tutte e due le nazionali, molto di più la Slovenia, che non facendo niente stava per prendere un punto in ottica mondiale molto importante.

Da registrare degli scontri fra le tifoserie ospiti e quelle della curva Sud palermitana. Bottiglie d'acqua e seggiolini divelti si vedevano volare da una parte all'altra fra le due fazioni. Per fortuna le forze dell'ordine, intervenute tempestivamente hanno sedato la rivolta degli sloveni, prontissimi agli scontri fisici con gli ultras della curva. Per fortuna gli ultras non hannno risposto alle provocazioni degli sloveni, altrimenti a farne le spese sarebbe stata la Favorita e il Palermo Calcio.

Per il resto una bella serata che ha portato l'Italia a qualificarsi con un turno di anticipo ai Mondiali in programma per l'estate 2006 in Germania. Adesso si attende ad inizio dicembre il sorteggio a Lipsia dei gironi mondiali.
Speriamo bene, speriamo che si possa sognare, e ripercorrere strade gloriose che ormai da troppo tempo i giocatori dell'Italia non percorrono più. Speriamo di provare magiche emozioni. Speriamo di battere un Brasile, che a vederlo, è imbattibile. Ma noi siamo Italiani con la I maiuscula, siamo abituati alle grandi imprese, e le grandi prove non ci fanno mai paura. Forza,Italia, siamo tutti con te!

9/10/2005 - rinox


Riceca avanzata

© 2001-2006 - HUGES.IT Edito da Giacalone Ugo